Niente più miglior attrice e miglior attore, la ricoluzione parte dalla berlinale 2021

Niente più miglior attrice e miglior attore, la ricoluzione parte dalla berlinale 2021

A partire dall’edizione 2021 con una politica gender-neutral, non verranno assegnati i premi che implichino una distinzione tra uomo e donna nelle performance attoriali.

Nel rilasciare dichiarazioni riguardo il prossimo Festival del Cinema di Berlino, che si svolgerà regolarmente dall’11 al 21 febbraio, Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian, direttori della Berlinale hanno dichiarato attraverso una nota stampa rilasciata sul portale del festival:

«Crediamo che non separare i premi nel campo attoriale sulla base del genere costituisca una segnale per una maggior consapevolezza sulla sensibilità di genere nel cinema».

Così  per la prima volta, non vedremo una miglior attrice ed un miglior attore, saranno consegnati un Orso d’argento per la miglior performance da protagonista e un Orso d’argento per la miglior performance da non protagonista, «ciascuno dei quali conferito su base gender-neutral», una mossa coraggiosa che di sicuro non sarà risparmiata da discussioni. Sempre dalla prossima edizione inoltre sarà definitivamente eliminato il premio Alfred Bauer Prize, intitolato al fondatore del festival.

Piccola curiosità che potrebbe suscitare un pizzico di orgoglio italiano, Elio Germano potrebbe quindi essere l’ultimo attore ad aver vinto l’orso d’argento per il miglior attore per il formidabile ruolo di Ligabue in Volevo nascondermi di Giorgio Diritti.

Che dire? si preannuncia un Festival all’insegna dell’innovazione quantomeno di “genere”.

No Comments

Post A Comment